ANNUNCIATO SONG OF NUNU: A LEAGUE OF LEGENDS STORY

League Of Legends è un titolo ormai da veterani del gioco online. Forte di un sistema cooperativo a squadre e di uno scenario fantasy ampio e dalle caratterizzazioni fortemente originali, LOL (come viene abitualmente chiamato dai fan) conta su una delle community di gamers più ampia e dalla composizione eterogenea. L’espansione del mercato dell’online gaming, e dei giochi free to play in particolare, ha forse messo un po’ in secondo piano il brand rispetto a titoli più recenti. Ecco anche perché, negli ultimi mesi, si è deciso di attingere alle potenzialità narrative dell’universo di LOL per esplorarle su altri media (è il caso della ottima serie animata ARCANE presente su Netflix), ma anche in giochi dall’approccio diverso rispetto al capostipite.

Arriva quindi, con un annuncio ufficiale dato nella giornata di ieri, SONG OF NUNU, una avventura single player ambientata in un’area ancora pressocché inesplorata del mondo di LOL. Sviluppato da Tequila Works (studio che al suo attivo titoli come RiME) per Riot Forge, Song Of Nunu ci proietta nel Freljord, una zona glaciale abitata dalla tribù dei Notai (niente a che vedere con le carte bollate, non temere…), un popolo che pone al centro della sua cultura i racconti. Qui seguiremo la vicenda di Nunu, un ragazzino che dovrà lanciarsi alla ricerca della madre misteriosamente scomparsa. Ad accompagnarlo ci sarà lo Yeti Willump, la cui amicizia e il cui aiuto saranno fondamentali per la sua quest.

Le immagini del gioco, che vedrà la luce nel 2022 (la finestra di uscita è ancora ampia) per PC e console old e next gen, si presentano con una grafica in stile cartoon e un approccio cromatico che in più punti ricorda lo stile del bestseller Kena Bridge Of Spirits. La componente action sembra però meno accentuata, per lasciare spazio, da quel poco che si può intuire dalla clip rilasciata, a risoluzioni di enigmi e minigiochi di stampo arcade. Sicuramente sarà un gioco di cui si parlerà molto nei prossimi mesi, sperando di vedere presto anche video di gameplay più evoluti.

ANTONIO RECUPERO