STREET FIGHTER V: LE NUOVE SKIN CONTRO IL CANCRO

Il mondo dei gamer viene spesso accusato di una certa avulsione dalla realtà che lo circonda, e i videogiocatori di perdere tempo dietro ai “giochini” piuttosto che interessarsi dei problemi reali della nostra società. Noi sappiamo bene che la cosa è assolutamente falsa, eppure non sono molte le occasioni in cui il mondo dei videogiochi ha contributo alla lotta contro situazioni di disagio e difficoltà di vario genere. 

Capcom ha deciso di invertire fortemente questa tendenza, realizzando una serie di iniziative volte ad affrontare tematiche reali e pressanti. Di qualche giorno fa è la notizia di un accordo con la Breast Cancer Research Foundation (la Federazione internazionale per la ricerca sul cancro al seno) concretizzatosi in un contributo economico alle attività dei laboratori e centri di ricerca aderenti al progetto della Fondazione. Capcom ha messo infatti a disposizione dei giocatori di Street Fighter V delle nuove skin per i personaggi storicamente più amati, ovver Ryu e Chun-Li, in un Pink Ribbon Bundle disponibile dal 12 Ottobre al 12 Novembre a meno di 10 dollari.

I proventi derivanti dalla vendita di questo bundle andranno interamente alla Fondazione, aggiungendosi all’impegno da 25mila dollari già disposto dalla software house. Le nuove skin sono ispirate alla grafica del Pink Ribbon, il nastro rosa universalmente usato come simbolo della ricerca sul cancro, e sono disponibili all’interno del bundle 2 tipologie di costume per entrambi i personaggi, una con colori rosa e nero e una con colori rosa e bianco.

Direi che è un’ottima occasione per rinnovare un po’ l’aspetto dei nostri beniamini e dare qualche ceffone a quella brutta bestia che è il cancro al seno. E se non volete acquistare le skin, una donazione alle associazioni che si occupano di ricerca contro i tumori fa sempre bene all’anima, anche per i gamer.

E poi, da siciliano, concedetemi che vedere Ryu con la skin rosa nero che lancia l’Adoken mi permette di immaginarlo mentre grida “FOZZA PALEIMMOOOO!!!”.

ANTONIO RECUPERO