SONY ACQUISISCE FIRESPRITE EX SVILUPPATORE DI WIPEOUT

Si sa, Sony è uno dei marchi più popolari nel mondo videoludico, e come molti altri, anche lei sta cercando di espandere sempre di più i suoi studi interni. È infatti da qualche giorno che la famosa casa nipponica ha acquisito lo studio Firesprite, famoso per aver sviluppato lo strampalato gioco di corse Wipeout.

Firesprite non è però il suo nome originale. Nasce nel 1985 da Ian Hetherington, Jonathan Ellis e David Lawson, e viene chiamata Studio Liverpool. Successivamente diventata una consociata interamente controllata da Sony Computer Entertainment e quest’ultima la chiude per cause sconosciute nel 2012.

I rapporti sulla chiusura dello Studio Liverpool sono emersi il 22 agosto 2012, con la rivista Edge che cita i tweet dello staff. 

I membri dello staff sono stati informati della notizia da Michael Denny, vicepresidente di Sony Worldwide Studios Europe. Sony ha affermato che il sito di Liverpool sarebbe rimasto in funzione, poiché ospitava ancora molti dipartimenti Sony. Al momento della sua chiusura, impiegava circa 100 persone che comprendevano due team di sviluppo. Mick Hocking ha supervisionato le operazioni dello Studio Liverpool in qualità di ultimo Group Studio Director, una posizione che ha continuato a ricoprire all’interno di Evolution Studios”.

È da qualche giorno però che il capo dei PlayStation Studios Hermen Hulst ha dichiarato: 

“Dopo diversi anni di stretta collaborazione su diversi giochi, tra cui The Playroom (PS4) e The Playroom VR (PS VR), non potevo essere più felice di dare il benvenuto a Firesprite nella famiglia PlayStation Studios come il nostro 14° studio.”

Successivamente anche l’amministratore delegato dello studio, Graeme Ankers ha rilasciato una dichiarazione sul blog di Playstation scrivendo: 

Oggi è un giorno incredibilmente emozionante per Firesprite poiché ci uniamo ai PlayStation Studios con il sostegno di Hermen e dell’intera famiglia PlayStation. Non vediamo l’ora che arrivi la prossima parte del nostro viaggio!… In primo luogo voglio ringraziare PlayStation e la loro community per il caloroso benvenuto in una famiglia di incredibili creatori. Vorrei anche ringraziare tutti i nostri Sprite, passati e presenti, che hanno contribuito a plasmare il Firesprite che vediamo oggi”.

Wipeout è stato uno dei giochi di corse più strani e interessanti usciti nell’arco dell’era console, e la mossa di Sony sull’acquisizione dell’ex casa di sviluppo potrebbe rivelarsi un’ottima mossa. Quindi in attesa di un possibile nuovo titolo su console Next Gen non ci resta che rispolverare i vecchi giochi.

ALAN MINOTTI