DEATH STRANDING: UN SEQUEL IN PROGRAMMA

Secondo quanto riferito, il protagonista di Death Stranding, Norman Reedus, ha confermato il sequel dell’avventura dinamica creata da Hideo Kojima con la collaborazione di Guerrilla Games, e ha dichiarato che è in fase di trattativa.

Qualche tempo fa AdoroCinema (sito partner di IGN Brasil) ha intervistato Reedus, e dopo alcune domande fatte dalla giornalista Vitoria Pratini inerenti al gioco, Reedus ha dichiarato: 

“Penso che stiano facendo un secondo Death Stranding” e continua: “Death Stranding 2 è in trattative in questo momento”.

Purtroppo da parte di Reedus non sono state rivelate molte altre informazioni nell’intervista, ma secondo IGN Brasil le parole sono state proprio queste.

Non è ancora ben noto però se l’attore si riferisse a Death Stranding: Director’s Cut, in uscita il 24 settembre. Questa espansione porta una versione ampliata in cui vengono aggiunte nuove missioni, nuove meccaniche di combattimento, un poligono di tiro e persino una modalità di corsa.

Nel novembre del 2020 Kojima Productions ha confermato che è in lavorazione un nuovo progetto, e che stava cercando i migliori talenti per creare un team da urlo al lavoro presso lo studio di Tokyo. Sempre Kojima un anno prima ha commentato: 

“se dovessi realizzare un sequel di Death Stranding, vorrei “ricominciare da zero”, sviluppando una trama unica con un nuovo gameplay, senza per forza seguire i fatti presentati nel primo gioco”

Tornando alla director’s cut, questo DLC ha fatto storcere il naso di non pochi puristi, visto che facilita parecchio il gioco, ma i nuovi strumenti sembra che comunque si possano utilizzare solo in una fase avanzata del gioco. Tra i nuovi gadget possiamo trovare:

Buddy Bot: questo assistente torna con nuovi aggiornamenti, può trasportare carichi con due arti supplementari e ha la capacità di portare a destinazione anche Sam stesso.

Lo Stabilizzatore: è un sistema di propulsione che consente a Sam di atterrare in piedi anche lanciandosi da grandi altezze.

La Catapulta: infine questo sistema permette di lanciare una parte del carico per una lunga distanza, ottimo da usare per affrontare percorsi impervi che rischiano di rovinare la merce.

Il mondo di Death Stranding guadagna nuovi luoghi da esplorare, come il poligono di tiro utile per migliorare l’uso delle varie armi da fuoco o altre destinazioni in cui avremo la possibilità di esplorare nuove location con all’interno vere e proprie sottotrame.

I dati di salvataggio di PS4 verranno trasferiti alla Director’s Cut di PS5 e si potrà anche aggiornare qualsiasi copia PS4 alla versione Digital Deluxe Edition a poco meno di dieci euro. Questa espansione estesa può sicuramente far riesumare dalla polvere il fantastico Death Stranding e penso che molti lo prenderanno in considerazione.

ALAN MINOTTI