DEATH CATHEDRAL: DIVERTENTE DA MORIRE?

Si sa, il mondo degli indie sta quasi per prendere il sopravvento sui titoli Tripla A, e in questi ultimi anni abbiamo potuto ammirare molti giochi che hanno trovato un posto nel cuore dei loro fan. 

Riguardo a questo, è stato annunciato pochi giorni fa un nuovo gioco di ruolo a scorrimento laterale dalle note cupe e terrificanti. Il suo nome è Death Cathedral e sarà rilasciato per console e PC tramite Steam nell’arco del 2022, dall’editore Thermite Games e dallo sviluppatore Melancholia Studio.

In più una nuova demo sarà resa disponibile al pubblico il 29 agosto, e consentirà ai giocatori di testare questo titolo per sette giorni, insieme a dodici personaggi tra quaranta disponibili nella versione finale. Inoltre sempre in questa prova sarà inserita una boss fight all’interno di quattro scenari.

In un comunicato stampa il produttore di Melancholia Studio ha dichiarato:

L’unicità del gameplay è che controllando cadaveri di carne e ossa, ogni esplorazione aumenta il decadimento del corpo che affronta le battaglie” per poi aggiungere: “La capacità di gestire il roster, e adattarsi a cambiamenti imprevisti mentre il livello di difficoltà aumenta, sarà il fattore chiave per proseguire nel gioco.”

Death Cathedral è un gioco di ruolo molto impegnativo con tonnellate di elementi strategici, in cui il giocatore deve assoldare un’ondata di morti viventi entro quindici giorni, in attesa della venuta del nemico. Le battaglie in questo titolo contengono non solo combattimenti molto realistici con la spada, ma anche abilità tutte da scoprire. Inoltre per la difesa sono presenti la parata e il rotolamento, che consentono di eseguire vari attacchi in diversi modi.

Il gioco comprende una vasta collezione di personaggi, ognuno con un gran numero di attacchi ben progettati e vigorosi. il giocatore utilizza dei morti viventi tenuti insieme con la magia nera, caratteristica che ci dimostra un aspetto interessante. Infatti durante il gioco è presente un sistema di decadimento, e nell’arco della storia cresce esponenzialmente fino a raggiungere il 100%, portando il nostro compagno a sopperire. Questa situazione è irreversibile e si può solo rallentare utilizzando dei “conservanti”.

Infine in questo gioco saranno disponibili molte risorse da raccogliere, ondate di nemici da sconfiggere ed equipaggiamenti che oltre ai potenziamenti e agli attributi offrono potenti specialità ai guerrieri.

Il trailer mostra una grafica minimale ma molto interessante. Le meccaniche seppur sembrino un po’ macchinose si rivelano decenti, e il gameplay che si mischia con lo stile picchiaduro è decisamente intrigante. Per adesso non ci sono molte notizie, ma non sappiamo se il fato ha in serbo qualcosa di grande per noi.

ALAN MINOTTI