GAMESCOM 2021: TUTTE LE NOVITÀ XBOX!

Senza annunci a sorpresa o fuochi d’artificio, ma con numerosi momenti esaltanti, si è conclusa la conferenza Xbox andata in scena ieri sul palcoscenico di Gamescom 2021, anche per quest’anno in formato interamente digitale. In effetti la mancanza di qualsivoglia reveal era stata confermata da Aaron Greenberg via Twitter giusto un paio di giorni fa, e dopo la scorpacciata dell’E3 nessuno si sarebbe aspettato nulla di diverso da un approfondimento riguardo i titoli già confermati e qualche aggiunta al Game Pass. Ma la gioia per gli occhi, come di consueto, non è di certo mancata, senza contare le scoppiettanti buone nuove riguardo il progetto XCloud, ma andiamo con un riassunto di tutti i giochi presentati nell’ora e mezza dedicata alla casa di Redmond.

Si comincia in modo concitato con il gameplay a tinte zombesche dell’action/parkour DYING LIGHT 2. L’RPG di Techland mette la quinta e spinge sulla verticalità della mappa sviluppando nuove dinamiche di lotta corpo a corpo. Nuove fazioni, nuove armi e botte da orbi sono in arrivo il 7 Dicembre per tutti i dispositivi old e next gen.

Dopo la parentesi a base di sangue e cazzotti si torna nel blu dipinto di blu con MICROSOFT FLIGHT SIMULATOR, che vedrà un corposo aggiornamento tra cui nuovi Voli di Scoperta, un nuovo sviluppo 3D per città come Francoforte, Basilea e Stoccarda (nonché la splendida cornice delle Alpi) e una nuova modalità competitiva multiplayer che permetterà di pilotare bolidi da 800 km/h. 

Giusto il tempo di riprendere fiato e Humble Games presenta un’infornata da dieci titoli tutti in arrivo dal day one su Game Pass: Archvale, Next Space Rebels, Midnight Fight Express, Dodgeball Academia, Bushiden, Flynn Son of Crimson, Unpacking (un simulatore di traslochi!),  Signalis, Unsighted, Chinatown Detective Agency, per chiudere con l’fps Into the Pit: il DOOM in versione magica è in arrivo il 19 Ottobre.

In effetti ci saremmo aspettati un’occhiata ad AGE OF EMPIRES IV ma non così approfondita. Certo, aver visto il documentario proposto durante la diretta mi ha reso in grado di costruire un trabucco con materiali di fortuna, ma uno sguardo in più a gameplay e missioni non ci avrebbe fatto schifo. 

STATE OF DECAY 2 e SEA OF THIEVES riceveranno corposi aggiornamenti nel corso della stagione: per lo zombie survival si tratta di nuove armi, nuove mappe e un piacevole ritorno per i giocatori del primo capitolo della serie, per quanto riguarda SOT è in arrivo un evento speciale che permetterà di ricevere un galeone ispirato a Borderlands.

Una delle novità assolutamente rilevanti della kermesse riguarda l’XBOX CLOUD GAMING, in arrivo a fine 2021 per i possessori di Game Pass Ultimate, che permetterà di giocare in cloud praticamente da qualsiasi dispositivo anche ai giochi next gen, anche utilizzando un dispositivo mobile, una tv o una Xbox One. Microsoft promette 1080p a 60 fps linea internet e una flessibilità mai vista prima nel campo del gaming.

Spazio anche a STRAY BLADE che uscirà nel corso del 2022 e di CRUSADER KINGS III prima che la palla passi a Tim Schafer e Lisette Titre-Montgomery, Art Director di Double Fine, per introdurci con un trailer a PSYCHONAUTS 2, in uscita istantanea su Game Pass.

A conclusione della conferenza, uno sguardo approfondito a FORZA HORIZON 5 fa in modo che la nostra mascella cominci a fare contatto col pavimento. Il titolo di Playground, in uscita il 5 Novembre, comincia a fare veramente paura. L’hype è altissimo, a giusta ragione, e non vediamo l’ora di correre anche noi sulle strade sterrate del Messico in questo racing open world che si preannuncia mozzafiato. 

Tra una chiacchiera e l’altra, come nella migliore tradizione, giungiamo alla conclusione di questa conferenza Xbox. Molte le uscite su Game Pass, che comincia ad essere veramente imprescindibile, ma non senza qualche piccolo rimpianto a causa dell’assenza di HALO INFINITE, rimandato più volte e senza ancora nemmeno uno straccio di trailer gameplay, e nulla nemmeno sul fronte Obsidian, di cui vorremmo vedere al più presto qualcosa di AVOWED e THE OUTER WORLDS 2

Per chi non ha avuto modo di seguirla, qui sotto c’è la versione integrale della conferenza.

ROBERTO DI LEO