EXEKILLER: IL FUTURO POST APOCALITTICO DI PARADARK STUDIO

Sembra che il 2021 si appresti a diventare l’anno magico per quanto riguarda le uscite da parte degli studi indipendenti, in un crescendo di qualità e quantità che sembra non volersi arrestare, per nostra e vostra fortuna. All’interno di questo contesto, i Paradark Studios mettono la freccia e superano tutti o quasi grazie al trailer di presentazione di Exekiller, il nuovo action/western FPS Open World di questo minuscolo studio polacco alla sua prima apparizione nel panorama videoludico.

Non abbiamo molte informazioni a parte il minuto e mezzo scarso del trailer, ma quel poco che abbiamo visto ha immediatamente catturato la nostra attenzione, in particolare alcuni chiari rimandi alle pellicole d’Exploitation degli anni ‘70 tanto cari alla coppia Tarantino/Rodriguez, senza contare i richiami a Fallout, Blade Runner, Mad Max e via dicendo, ma veniamo al gioco…

L’azione si svolge in un passato alternativo: a causa di un incendio apocalittico che ha sterminato il 70% della popolazione mondiale, il mondo è ridotto a un vasto deserto. Le persone sopravvivono in città dalla evidente architettura Cyberpunk, gestite da alcune grandi società che hanno soppiantato le ormai defunte democrazie d’occidente, utilizzando un sapiente mix di tirannia e depravazione. Alla luce di quanto sta accadendo oggi nel mondo e nel nostro stesso paese a causa degli incendi, sentitevi pure autorizzati a far percorrere un brivido sotto la vostra pelle… Il nostro personaggio, l’Exekiller, muove i suoi primi passi in quel che resta della città di New York nel 1998. La missione del nostro cacciatore di taglie futuristico è raccogliere i S.O.U.L.S. ovvero dei biochip impiantati nelle persone, contenenti qualsiasi tipo di informazione sui possessori. Ovviamente godremo di piena libertà su come comportarci con i cattivoni di turno, ma scegliere tra condurli di fronte alla giustizia o piantargli una palla in fronte influenzerà pesantemente non solo la storyline del gioco ma anche il modo in cui i personaggi si interfacceranno con noi nel corso dell’avventura. Risolvere questioni potenzialmente letali con un ampio uso della dialettica o strangolando il malcapitato alle spalle ci permetterà inoltre di aumentare le abilità del nostro bounty killer personale.

A completare il quadro, Paradark promette cicli notte/giorno ben definiti, meteo dinamico e tempeste radioattive in quantità. 

Quando verrà rilasciato? Il gioco può essere aggiunto alla lista dei desideri su Steam, ma la dicitura “Quando sarà pronto”, per quanto divertente, non lascia alcun margine di previsione.

Il trailer ci è piaciuto? Assolutamente sì! Lo trovate allegato giusto qui sotto.

ROBERTO DI LEO