KRISPY KREME ED XBOX, UNA “DELIZIOSA” INVENZIONE

Krispy Kreme, nota azienda americana produttrice di dolciumi, prevalentemente Donuts (o doughnuts, che si voglia scrivere), ovvero le famose “ciambelle” divenute celebri negli Stati Uniti d’America, ha recentemente proposto un nuovo design per alcuni dei propri dolci con referenze e sembianze del noto simbolo XBOX. Sicuramente una delle partnership meno probabili.

In questo caso è bene ricordare che Krispy Kreme è una delle aziende leader nella produzione dolciaria americana, contando migliaia di dipendenti e guadagni plurimilionari. 

Potrà mai questo avvicinamento tra Microsoft e Krispy Kreme portare a nuove partnership e rapporti commerciali tra aziende alimentari e videogiochi? 

Dal 2 agosto è possibile acquistare questi curiosi doughnuts fino al 22 dello stesso mese negli stores Krispy Kreme inglesi ed irlandesi. Coloro che acquisteranno una confezione da 12 pezzi di queste ciambelle ipercaloriche ripiene di crema avranno la possibilità di partecipare ad un contest con possibilità di vincere una XBOX serie S. 

Nella storia internazionale dei videogiochi e delle consoles già all’inizio di quest’anno, abbiamo avuto un esempio di partnership tra mondo pop e catene di fast food mondiali. In questo caso, negli Stati uniti, più precisamente tra la ben nota azienda “McDonald’s” e l’universo Pokemon per il venticinquesimo anniversario della creazione della serie di successo. L’offerta, presente solamente sul suolo americano, dava a disposizione diverse carte e gadgets per coloro che acquistavano un happy meal. 

La curiosità e peculiarità del caso XBOX e Krispy Kreme è che si tratterà di un prodotto unico, un solo “elemento” ovvero un “doughnut”, più simile a quello che noi potremmo chiamare bignè o krapfen (a causa dell’assenza del buco centrale). Questa bomba di calorie sarà venduta all’incirca tre dollari all’unità e ben 20 dollari la dozzina. 

Un prezzo relativamente onesto se si considera la possibilità di vincere una console xbox. La domanda però sorge spontanea…quante dozzine saranno costretti ad acquistare per avere una minima possibilità di vincere tale contest?

Un’estate ipercalorica ed iperlipidica è pronta a raddolcire i cuori dei nostri cugini gamers e parenti vari!

CESARE CHIARA