REDFALL: SANGUE A TUTTO SPIANO

All’interno della conferenza E3 2021 sembra che Bethesda abbia tirato fuori un altro capolavoro (sperando che non sia poi come l’acclamato Cyberpunk 2077), presentando un titolo decisamente sanguinoso e pieno di azione, dove i vampiri la fanno da padrona. Ecco perché oggi andremo a sviscerare un po’ questo titolo che piacerà sicuramente a molti.

REDFALL

Da come viene descritto nel sito ufficiale, questo gioco è uno sparatutto cooperativo open world sviluppato da Arkane Austin, software house che ha prodotto gli straordinari Pray e Dishonored. Ovviamente non conosciamo ancora nulla di questo gioco, a parte che si dovranno combattere dei vampiri di nuova generazione. Il suo trailer ha mostrato solo un filmato che, seppur lungo e pieno di azione, ha lasciato gli utenti un po’ in bilico (è facile mostrare un video cazzuto, ma meno facile rendere entusiasti i giocatori con il gameplay).

Un Redfall allegro tra le colline di Skyrim

La sua storia però parte circa due anni fa, dopo che Bethesda aveva registrato il copyright. Infatti tutti gli utenti sembravano convinti che fosse il nuovo Elder Scrolls visto la somiglianza con i Redguard, marinai guerrieri originari del deserto di Hammerfell, inseriti nello spin-off del 1998. Ma oggi si è scoperto l’arcano.

Il gioco racconta di una pittoresca isola del Massachusetts assediata da una legione di vampiri, che ha oscurato il sole e distrutto le vie di comunicazione con il mondo esterno. Qui si ritrovano alcuni sopravvissuti che cercano comprensibilmente di evitare di morire dissanguati. Viene anche detto che questi vampiri non sono i classici narrati fin dall’alba dei tempi, ma sono stati creati da un esperimento scientifico finito decisamente male, vedendoli in costante evoluzione. Tra questi ne sono presenti alcuni che sviluppano poteri e abilità fuori dal comune, trasformandosi in esseri ancora più grossi e malvagi. Ma queste creature non sono assolutamente gli unici nemici che dovrà affrontare il giocatore, infatti sono presenti legioni di umani disposti ad andare contro la propria specie, per poter avere una possibilità di sopravvivenza e diventare un vampiro come loro.

Redfall sembra unire sia le meccaniche per giocatore singolo che quelle per multiplayer in un’unica esperienza, permettendo al giocatore di inoltrarsi nelle tenebre da solo o con un massimo di 4 amici disposti a proteggersi a vicenda. Ogni giocatore ha la possibilità di scegliere un qualsiasi personaggio presente, che è caratterizzato da un equipaggiamento unico nel suo genere, per poter combattere sinergicamente, allo scopo di sconfiggere la legione di vampiri, con i loro traditori umani.

Da quel poco che ho potuto percepire, il gameplay mi ha veramente affascinato, i personaggi mi sono molto piaciuti, osservando le diversità che li accomuna. La grafica (seppur trattandosi solo di un trailer e non di un gameplay completo) mi ha veramente entusiasmato, e vedere le scene d’azione che mostrano in parte le abilità dei personaggi ha acceso una luce di speranza nel mio cuore. Per concludere, in attesa di vedere qualcosa di più concreto in un prossimo futuro, vi lascio qui sotto il trailer per solleticare la curiosità di chi non avesse ancora avuto l’occasione di vederlo.

ALAN MINOTTI