IL COLLEZIONISMO NON HA MAI FINE

Amanti dei gadget e delle edizioni da collezione benvenuti, è solo grazie a voi e alla vostra passione da accumulatori seriali, se oggi ci ritroviamo ad avere decine di software house che producono collector’s edition e limited edition di tutti i tipi. Ecco perché questo articolo prosegue un argomento che probabilmente non avrà mai fine.

MONKEY ISLAND 30TH ANNIVERSARY ANTOLOGY COLLECTOR’S EDITION
Voglio partire da un titolo che ai tempi mi ha fatto appassionare sia per la sua grafica cartoon (piuttosto avanza per i tempi in cui è uscito) che  per il suo sistema di gioco, che mi ha fatto spremere le meningi molto di più di quando andavo a scuola. In questa collector’s che celebra i suoi 30 anni di storia possiamo trovare all’interno: una bellissima chiavetta usb con il logo di Lucasfilm e al cui interno sono presenti tutti e 5 i giochi della serie, un libro con il dietro le quinte, un set di spille smaltate con rappresentati i personaggi, una shadowbox a livelli (sono delle cornici che simulano la profondità di campo con diversi livelli di stampa), un biglietto per il parco giochi, un floppy disk veramente funzionante, un poster 20x25cm, un certificato di autenticità con la firma stampata di Ron Gilbert e una bellissima action figures in resina del protagonista Guybrush alta 15 cm. Direi che per gli amanti di questo titolo come me, questa collector’s è una pietra miliare.

SYBERIA 3 COLLECTOR’S EDITION

Abbiamo parlato di recente di questa saga di videogiochi, che sta per vedere l’uscita del quarto capitolo. Per chi non la conoscesse (anche se è diventata negli anni molto famosa) si tratta di un gioco ad avventura grafica caratterizzata da svariati enigmi, che sono stati sviluppati da Microïds. In tutti e 3 i capitoli abbiamo come protagonista Kate Walker, che vive una serie di avventure e disavventure alla ricerca della famosa isola Syberia. Ricordo che, quando ancora non esisteva internet in ogni casa, stavo ore e ore per risolvere un singolo enigma, cosa che lo rendeva molto frustrante alla mia giovane età. Partendo da un bellissimo box su cui è raffigurata la bella protagonista, possiamo trovare all’interno: la copia fisica del gioco, un poster di Kate, due litografie che raffigurano alcuni paesaggi del gioco, un bellissimo artbook, un fumetto scritto da Sokal, un artwork di Johann Blais, un codice per scaricare la colonna sonora e una action figures in resina raffigurante la sensuale Kate Walker. Direi che per gli amanti del genere è una collector’s che non può mancare.

BROKEN SWORD 5: THE SERPENT’S CURSE COLLECTOR’S EDITION

E per ultimo ma non meno importante, possiamo ammirare un’altra collector simile ai generi sopra citati. Anche con questo gioco ho passato intere giornate a scervellarmi su come affrontare gli enigmi per poi lasciarlo in stallo visto che mi faceva tirare i peggio insulti (non perché sia un brutto gioco, anzi). Questo gioco è caratterizzato da grafiche 2D molto particolari, e da ambientazioni ben curate, che ci accompagneranno in un’avventura ai limiti dell’investigazione. Come ogni titolo che si rispetti, non poteva mancare una collector’s edition. Al suo interno è presente: un bellissimo box raffigurante i personaggi principali, la copia fisica di Broken Sword 5, la colonna sonora, un poster simile alla copertina del box, 3 fumetti, e tutti i giochi precedenti. Per quanto non sia gonfia come quelle precedenti, è un gioco che è capace di far appassionare molti amanti del genere, cosa che non molti riescono a portare a termine.

Siamo tornati un po’ indietro nel tempo per vedere delle pietre miliari del genere investigativo ad enigmi, ma che mantengono ancora il loro appeal nonostante l’età.

ALAN MINOTTI