BERSERK: LA RABBIA DI UN GUERRIERO

Siete amanti dell’azione? Siete amanti degli anime e manga? Siete amanti dei videogiochi? Oggi andremo a narrare le gesta di uno sfortunato personaggio che ha vissuto sin dalla sua infanzia dolore e tradimento, cose che lo hanno fatto diventare un guerriero sanguinario ma anche un fedele amico. Ma smettiamola di tergiversare e andiamo a sapere subito di chi sto parlando!

BERSERK AND THE BAND OF THE HAWK

Noto in Giappone come Berserk Musou (questo termine caratterizza anche una categoria di giochi, come i classici Dynasty Warriors o Ken Il Guerriero, dove ci si trova solitamente in spazi molto aperti, e si combatte con decine, se non centinaia di avversari), sviluppato da Omega Force e pubblicato da Koei Tecmo, inizialmente il 27 ottobre 2016 per PlayStation 3, PlayStation 4PlayStation Vita e PC. Viene rivelato per la prima volta in un video promozionale di Kotei il 12 giugno 2016 dove li vede appena una settimana dopo inviare un volantino in Giappone con la data di uscita, prevista per il 21 settembre dello stesso anno. 

Si tratta di un gioco 3D ambientato in grandi arene basate su varie località dell’universo di Berserk, il manga creato dalla mente di Kentaro Miura (che sfortunatamente è venuto a mancare pochi giorni fa). I giocatori possono scegliere un singolo personaggio da controllare in un ambiente ampio, dove si affronteranno orde di demoni e altri mostri da uccidere in battaglia. Mentre il nostro protagonista sta combattendo, potrà entrare in modalità Frenzy, cosa che lo renderà invulnerabile per un breve periodo di tempo, insieme all’incremento di forza (tempo che sarà abbastanza per far fuori centinaia di cattivi senza preoccuparsi della vita). Un’altra abilità presente, è il caricamento di una barra che ci farà eseguire un mega colpo super devastante, tanto per far capire al nemico chi comanda. È presente anche una modalità storia, che farà entrare il giocatore nell’arco narrativo del fumetto di Berserk, dove potranno interagire con i personaggi, prendere parte a mostruose battaglie contro i boss della serie e rivivere la tragica storia di Guts.

Una bellissima modalità presente è chiamata Endless Eclipse, che porterà il giocatore ad affrontare infinite ondate di nemici, finché non si viene sconfitti (come la classica modalità “sopravvivenza” presente in molti titoli, compresi i picchiaduro). In questa modalità, è possibile scegliere qualsiasi personaggio giocabile e un partner controllato dall’IA, cosa che ci fornirà una sana assistenza.

La trama è decisamente drammatica e cruda, percorrendo le gesta di Guts, un formidabile guerriero mercenario che nella vita non ha conosciuto altro che guerra e violenza, sin dal momento in cui nasce da una madre impiccata. In particolare, in questo titolo la storia è una rivisitazione del manga omonimo, con un totale di sei capitoli. La storia segue principalmente Guts attraverso le sue prime battaglie come mercenario vagabondo, fino a diventare lo Spadaccino Nero, sebbene molti altri personaggi come Griffith possano essere usati in alcune fasi. Procedere in questa modalità è necessario per sbloccare i personaggi e il vero potenziale di Guts.

Essendo molto appassionato di manga e anime, questo titolo non potevo assolutamente perdermelo, in più ha una delle trame più tristi e drammatiche che esistano nel mondo narrativo, cosa che farebbe versare un mare di lacrime anche al più apatico presente nel globo. Noi per adesso ci fermiamo qui, ma vi ricordo che il nostro sito è pieno di articoli e informazioni inerenti al mondo videoludico e non solo, quindi andate a dagli un’occhiata. A presto!

ALAN MINOTTI